ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

------------------------------

 ESCAPE='HTML'

------------------------------

 ESCAPE='HTML'

------------------------------

 ESCAPE='HTML'

Saluzzo 2017. Marcia Rataplan: i nostri!

------------------------------

 ESCAPE='HTML'

------------------------------

 ESCAPE='HTML'

------------------------------

 ESCAPE='HTML'

Ricordando i nostri Caduti

 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

Nelle due lapidi si possono riscontrare alcuni errori:

Nella Prima Guerra Mondiale non esisteva l'Artiglieria Alpina ma L'Artiglieria da Montagna che divenne Alpina nel 1934. Nella Lapide della Seconda Guerra Mondiale il Caduto Ghelfi non è Dino ma Gino ed era in forza al 1° Rgt Alpini, Divisione Cuneense.

------------------------------

 ESCAPE='HTML'

------------------------------

 ESCAPE='HTML'

------------------------------

 ESCAPE='HTML'

------------------------------

 ESCAPE='HTML'

------------------------------

Pubblicato il 7 luglio 2017

Leggo con profonda amarezza l'articolo apparso oggi su "La Stampa" riguardante la raccolta e la consegna dei fondi, indetta dal Comune di Novi Ligure, in favore delle popolazioni del Centro Italia colpite dal sisma, in particolare del Comune di Arquata del Tronto; questa contrarietà nasce dal fatto che, come ormai consuetudine, da parte di alcuni, l'Associazione Nazionale Alpini è considerata una sorta di club privato di persone dedite all'alcolismo. Nell'articolo in questione vengono citate le Associazioni Arma Aeronautica, i Carabinieri, i Finanzieri ed altri sodalizi e società sportive, nessun riferimento agli Alpini.

Ora le Penne Nere non si attendono e non vogliono essere ringraziate o citate, tuttavia per il rispetto dovuto, non dobbiamo dimenticare chi ideò ed organizzò una serie di eventi, in città, per la raccolta di fondi: pensiamo naturalmente al nostro compianto Capo Gruppo Giuseppe Luigi Cavriani, e tutti coloro che lo coadiuvarono.

Le somme vennero ricavate da una cena e successivamente dall'incasso di una serie di spettacoli teatrali proposti dalla Compagnia "I Gobbi", con commedie del repertorio di Gilberto Govi, grazie a Kito Gobbi ed al suo gruppo. Le serate videro il tutto esaurito presso il teatro della parrocchia di Sant'Antonio. Da queste iniziative furono ricavati € 3.500, interamente versati alla Croce Rossa di Novi, che si è fatta carico della raccolta. Sono stati inoltre raccolti € 4.000 totalmente versati sul conto A.N.A. per le iniziative che Sede Nazionale intende intraprendere.

Alpino Italo Semino

------------------------------

 ESCAPE='HTML'

Pubblicato 28 ottobre 2016

Centenario della Grande Guerra: Monumento nel Cimitero di Monterotondo

... a cura del Gruppo Alpini di Novi Ligure

--------------------------------------------------

____________________________________________________________________________

L'angolo dei Buoni Consigli !!!

!!! Da oggi, sul sito, la nuova Rubrica: Il Libro Consigliato      < Clicca qui >

I soci possessori di indirizzo E-mail sono pregati di comunicarlo in sede